LEM General Music

Generalmusic ebbe origine nel 1890 quando venne costruita la prima fisarmonica da Antonio Galanti con il nome di “Premiata Fabbrica di Fisarmoniche Galanti”. Nel 1920 i fratelli Galanti, figlio di Antonio, ebbero l’intuizione di aprire una filiale americana a New York denominata “Galanti Bros.” per poter usufruire dell’enorme mercato generato dagli emigranti e degli oriundi Italiani in America.
L’ex stabilimento GEM (ex Elka) della zona industriale Squartabue – Recanati fotografato nel 2014
La Sede di Via delle Rose fotografata a giugno 2019
Nel 1959 nacque il marchio GEM ad opera di Matteo Galanti (Galanti Egidio Mondaino) e la ditta sviluppò il primo organo elettrico italiano. Solo dieci anni dopo venne creato il marchio LEM (Laboratorio Elettro Musicale) dedicato allo sviluppo di sistemi di diffusione audio. I marchi ebbero una veloce crescita fino a diventare molto diffusi dapprima in Italia e poi nel mondo.
Nel corso degli anni venne acquisita la prestigiosa ditta di pianoforti acustici Shulze Pollmann (1972) ed avviata una partnership per lo sviluppo di organi liturgici elettronici con Ahlborn (1980) . Nel 1989 venne infine acquisito il marchio Elka, di Castelfidardo. Da segnalare che nel 1974 il gruppo aprì un proprio laboratorio di ricerca e sviluppo negli Stati Uniti. Nei primi anni 2000 venne creata una divisione (GMD) per la distribuzione in Italia di alcuni prestigiosi marchi (tra cui AKG Acoustics, Fostex, Takamine Guitars, Peavy, Toca).
Il gruppo, nel suo momento di massimo successo, arrivò ad impiegare circa 400 persone con un catalogo di oltre 200 prodotti esportati in oltre 80 paesi con divisioni in Germania, Benelux e Stati Uniti d’America (Generalmusic Corp.)
A metà degli anni 2000 la ditta entrò in una crisi irreversibile non riuscendo a ripetere i successi di vendita degli anni precedenti e il tribunale di Rimini avviò le procedure di fallimento il 23/06/2011 (numero fallimento 25/2011)
A dicembre 2014 sul dominio generalmusic.com il gruppo finlandese Soundion Oy Ltd (nuovo proprietario dei marchi GEM, LEM ed ELKA) diede l’annuncio che nel corso del 2015 sarebbero stati presentati nuovi modelli e riedizioni di alcuni modelli del passato, e che sarebbero stati prodotti in Finlandia e precisamente a Salo[4]. Pochi mesi dopo il Gruppo Soundion annunciò una campagna di raccolta fondi sul portale indiegogo per lanciare una riedizione dell’Elka Synthex. Purtroppo la campagna si è conclusa senza raggiungere il target previsto ed il progetto sembra essere sospeso Nel dicembre 2016 la Soundion annuncia il pianoforte Promega 2+ aggiornamento ed evoluzione di un prodotto della precedente gestione